Attualmente sei su:

La Rinascita e Il Tracollo


 

A distanza di quasi 50 anni la storia dei calcio virgiliano rivive i corsi e ricorsi del Piccolo Brasile. Alberto Castagnaro diventa presidente nel dicembre 2001, nel momento in cui la società vive l’ennesimo momento difficile. Il pubblico è sfiduciato ed occorre gestire la contestazione della piazza che teme addirittura la retrocessione dalla C2. Castagnaro parla di programma triennale: prima stagione salvezza, secondo anno play-off, terzo anno si punta alla C1. Le cose vanno davvero così, anche se quando sulla panchina del Mantova arriva Domenico Di Carlo, proveniente dalla Primavera del Vicenza, in pochi ci credono. Invece è l’inizio di un ciclo che porta la società ed il suo tecnico a tracciare la storia del calcio italiano dei tempi recenti. Di Carlo è bravo ad amalgamare e motivare un gruppo solido costruitosi negli anni vincendo alla sua prima stagione la C2. Al timone della società poi, ad affiancare Castagnaro, arriva Fabrizio Lori, giovane imprenditore mantovano che risveglia una piazza spenta da troppi anni. Lori parla apertamente di serie B e pure di serie A: fa investimenti importanti, portando giocatori noti da categorie superiori. E vince subito la C1, riportando il Mantova nel calcio che conta (2005) dopo ben 32 anni di anonimato. La città e la provincia si riaccendono di entusiasmo ed il Martelli torna ad essere gremito come ai tempi d’oro. E’ solo l’inizio perché al suo primo anno di B il Mantova vola ed è a lungo in testa alla classifica: tutta l’Italia calcistica parla di Mantova e del suo allenatore, Mimmo Di Carlo, che vanno a giocarsi a Torino una storica terza promozione consecutiva nella finale dei playoff. Purtroppo i granata ribaltano la sconfitta subita al Martelli nella gara di andata dopo una discussa gara finita ai supplementari. Il sogno svanisce, la mazzata è forte ma Lori rilancia e rinforza ulteriormente la squadra promettendo la serie A in tempi brevi. Il secondo anno di B, con Di Carlo ancora in panchina, il Mantova si toglie grandi soddisfazioni battendo Juventus, Genoa e Napoli. Quando il tecnico se ne va, restano le ambizioni ma squadra e sodalizio iniziano una parabola discendente irreversibile: altri tre tornei di B, l’ultimo dei quali però finisce nel modo peggiore, con una retrocessione ed un fallimento societario impensabile soltanto pochi mesi prima. Il Mantova esce ancora una volta dalla mappa del calcio professionistico.

a cura di Alberto Sogliani
 

primisuimotori

Web TV

CHRISTIAN BOTTURI NUOVO DS DELLA GIOVANILE

JURIC: LA SALVEZZA E' POSSIBILE

MANTOVA CALCIO, SFILANO AL MARTELLI IL SETTORE GIOVANILE E LA PRIMA SQUADRA

MANTOVA CALCIO 3 ALLIEVI NAZIONALI MN FC 0 Stadio Martelli 14 maggio 2014

IL GOAL DI FLORIANO ALLA SPAL

MANTOVA 1 SPAL 0 partita integrale 27 aprile 2014

SANTARCANGELO 0 MANTOVA 1 partita integrale 13 aprile 2014

MANTOVA 1 CUNEO 2 partita integrale 6 aprile 2014

ALESSANDRIA 2 MANTOVA 1 partita integrale 28 marzo 2014

MANTOVA 0 MONZA 1 partita integrale 23 marzo 2014

DELTA PORTO TOLLE 1 MANTOVA 2 partita integrale 16 marzo 2014

MANTOVA 1 RENATE 0 partita integrale 9 marzo 2014

RIMINI 1 MANTOVA 1 partita integrale 2 marzo 2014

CASTIGLIONE 1 MANTOVA 3 partita integrale 23 febbraio 2014

MANTOVA 2 PERGOLETTESE 1 partita integrale 16 febbraio 2014

BASSANO 3 MANTOVA 1 partita integrale 9 febbraio 2014

MANTOVA 4 BRA 1 partita integrale 2 febbraio 2014

LA BERRETTI DEL MANTOVA IN CONSERVATORIO

MANTOVA 2 FORLI 2 partita integrale Stadio Martelli 26 gennaio 2014

MANTOVA 0 REAL VICENZA 0 partita integrale Stadio Martelli 12 gennaio 2014

VIRTUS VECOMP 1 MANTOVA 1 partita integrale Legnago 19 gennaio 2014

BELLARIA 0 MANTOVA 4 partita integrale 5 gennaio 2014

MANTOVA 3 TORRES 2 partita integrale 22 dicembre 2013

MANTOVA 1 SANTARCANGELO 2 partita integrale 8 dicembre 2013

SPAL 2 MANTOVA 2 partita integrale 15 dicembre 2013